Il cavallo affamato era troppo spaventato per guardare i suoi soccorritori negli occhi

Sue Weeding, co-fondatrice di un santuario dei cavalli in Spagna, l’ha visto più e più volte: il sole negli occhi dei cavalli che sono stati trascurati o maltrattati è completamente scomparso, scrive thedodo

Questo è stato il caso di uno degli ultimi animali salvati da raggiungere nel centro di salvataggio per la cura dei cavalli (EHCRC) ad Alicante.

“Quando è arrivata era come una casa con le tende tirate su tutte le finestre di casa”, ha detto Weeding a The Dodo. “È così che succede con molti cavalli salvati: non c’è niente lì, non rivelano qualcosa di se stessi, non si guardano negli occhi. Non hanno bisogno di rivelare qualcosa su se stessi”.

La cavalla, ora chiamata Tamarisk, è stata accolta insieme a un altro giovane cavallo il mese scorso dopo che la polizia l’ha confiscata a un proprietario che l’ha praticamente fatta morire di fame. Tamarisk era in una situazione così povera che i soccorritori hanno stimato la sua età intorno ai 20 anni. Poi si sono resi conto che aveva solo 9 anni.

“Quando è stata salvata, era in una situazione così debole che potrebbe essere morta”, ha detto Weeding. “Era molto incerto.”

Tamarisk non poteva nemmeno sdraiarsi nel suo nuovo recinto: i soccorritori temevano che le sue ossa dell’anca potessero perforarle i pori e la pelle se ci avesse provato. Era inoltre segnata da cicatrici e confermava il deterioramento fisico di una cavalla che era stata utilizzata per la riproduzione per tutta la vita.

“Era gravemente disidratata e gravemente malnutrita”, ha detto Weeding. “Era stata completamente messa fuori combattimento. Ci sono cicatrici in tutta lei. Dio è consapevole di ciò che doveva subire. Non abbiamo mai visto un cavallo più giovane crollare in quel modo

La riluttanza di Tamarisk a guardare qualcuno negli occhi era particolarmente preoccupante se, tra le altre cose, voleva anche guarire emotivamente.

A questo livello, resistenza e tempo sono stati ancora una volta richiesti. Il diserbo viene utilizzato per preparare mesi affinché i cavalli le credano. Trascorse un po’ semplicemente in piedi accanto a Tamarisk e accarezzandole i capelli, che erano diventati bianchi nel punto in cui aveva delle cicatrici.

Rapidamente il cavallo affamato si rilassò appena un po’. Ha persino iniziato a consumare ancora una volta e lui o lei si è rifiutata di smettere.

“Ora siamo in grado di nutrirla davvero”, ha detto Weeding. “Lei mangia e noi le diamo quanto potrà mangiare. E lui o lei semplicemente non cesserà di consumare. È così commovente vederli tornare così

Poi è successa una cosa davvero sbalorditiva: Tamarisk ha alzato la testa per soddisfare gli occhi della ragazza che l’aveva salvata.

“Ha gli occhi luminosi ora, le sue orecchie sono dritte, è vigile”, ha detto Weeding. “È proprio come se il velo fosse sollevato e lui o lei fossero davvero dei problemi… Ho solo un po’ di contatto visivo

Weeding ha deciso di chiamare la giumenta Tamarisk, che è un titolo molto privato per Weeding.

“Il suo viso mi fa venire in mente Tamarisk, un cavallo che avevo in Inghilterra anni fa”, ha detto Weeding. “Mentre dai un nome a questi animali, non precipitarti; te ne stai lì la sera a pensare: ‘Dovremmo chiamarli così o così?’ Il più delle volte, una volta che vai veramente in giro con loro e fai una cosa con loro, il titolo ti viene semplicemente in mente e sai già esattamente come li chiamerai.

Il diserbo prevedeva che ci sarebbe voluto molto più tempo prima che Tamarisk tornasse vivo. È a suo agio di aver già fatto progressi così belli dopo solo poche settimane. “Credo che avrà sempre paura di incontrare nuove persone”, dice, “ma per me, la cosa più bella è che le tende sono aperte e potresti vedere i suoi occhi tornare vivi”.

I lavoratori dell’EHCRC hanno salvato oltre 100 cavalli e asini maltrattati e trascurati provenienti da tutta la Spagna, e quindi hanno lavorato con la polizia per anni per assistere le forze dell’ordine nel rilevare gli abusi sugli animali e salvare vite come quella di Tamarisk.

“Puoi informare molto da come si comporta un cavallo, dal modo in cui ti sembra e dal modo in cui interagisce con il suo ambiente”, ha continuato Weeding. “Si merita ogni parte che le daremo

Fornitura: thedodo.com

Like this post? Please share to your friends:
link up search

Videos from internet

Related articles: